FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

Harry Potter e il teatro dei segreti

Io adoro Harry Potter. Lo leggo da prima che la saga fosse tale, da prima che la Rowlig facesse sapere di essere donna, da quando, ancora, l’unica pubblicità che esisteva del libro era il passa-parola.

 

Mi sono piaciuti anche i film: sotto il vigile occhio materno non son state apposte modifiche sostanziali alla storia e questo è già un grosso risultato.

 

Ho riso come una pazza quando ho letto le affermazioni di alcuni uomini (?) di chiesa relative all’immoralità o amoralità delle storie della Rowlig.

 

Ma oggi non sapevo se ridere o meno. Mi riferisco a QUESTA NOTIZIA, che mi “accingo” a commentare.

 

Daniel Radcliffe è un giovane attore. E’ vero: è diventato attore per un colpo di fortuna, in quanto è stato scelto all’età di 11 anni per interpretare il giovane mago in un periodo della sua vita in cui probabilmente non pensava affatto che avrebbe potuto intraprendere quella strada.

 

Ma si tratta di un ATTORE, comunque ci sia arrivato è e resta un ATTORE. L’attore ha la funzione di INTERPRETARE DEI RUOLI, non di diventare il personaggio che interpreta.

 

Mi ricordo che successe qualcosa di simile a colui che, molti anni fà, interpretò il ruolo di Gesù nel film “Gesù di Nazareth” di Zeffirelli. Robert Powell successivamente vestì i panni di D’Annunzio e venne profondamete criticato per questa ragione, perché la gente, identificandolo con Gesù, non voleva vedere l’attore in un ruolo più sensuale e ombroso.

 

Bene ha fatto il giovane Radcliffe a cercare in tempi brevi, e prima che finisse la saga, uno sbocco professionale che gli consentisse di uscire da quel perverso meccanismo di identificazione proiettiva che lo voleva schiacciato in un personaggio che poteva condizionare pesantemente il suo futuro. Nella sua giovanile saggezza ha scelto un modo secco e deciso per rompere col suo personaggio-madre, dal cui cordone ombelicale prima o poi doveva ben staccarsi.

Altri Articoli Che Potrebbero Interessarti:

Cinque Post Presi a Caso:

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 448 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter