FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

il Gay Pride contro la perdita della fantasia

Perchè tanta irritazione per il gay pride? Perchè tanta voglia di cacciar via questa manifestazione, da sempre pacifica? A chi fa paura quest’esplosione di colori, di paillettes, di piume, di calze a rete e di trucchi?

Che senso dare ad un rifiuto così, presente non solo nel mondo “fascista” in senso stretto, ma anche in larga parte della popolazione che vorrebbe considerarsi “aperta”?


E’ una carnevalata, una manifestazione nella quale neanche tutti i gay si riconoscono perché molti sono coloro che preferiscono un atteggiamento più sobrio e discreto. Ma per quale ragione sentirsi così colpiti e irritati?

Perchè questo bisogno, questa spinta a conformare tutto e tutti agli stessi stereotipi? Gay va bene, purché non si veda, non si senta, non si noti. Mai, per nessuna ragione.

Gay va bene, purché lo si tenga per sé.

Ma pensiamo un attimo, al di là degli eccessi carnevaleschi del gay pride, in fondo cosa sta succedendo alla nostra società? Dove sono finite le coppie di ragazzi che pomiciano agli angoli delle strade o nei parchi cittadini? Dove sono i gruppi di giovani seduti sui muretti a cantare a squarciagola canzoni stonate accompagnati da una strimpellata approssimativa con la chitarra?

Non è il gay pride il problema di fondo. Il problema è che ormai abbiamo tagliato completamente fuori ogni fantasia, ogni allegria gratuita, ogni manifestazione di gioia autentica e un po’ eccessiva, a volte semplicemente anche solo una risata a squarciagola gorgogliata dopo una battuta cretina.

Ben vengano le piume di struzzo, le tette da chirurgia plastica sventolate allegre sotto i reggiseni a forma di girasole, ben vengano i lustrini, le paillettes. Che per una volta possiamo ricordarci che allegria e gioia sono anche un po’ eccesso e pizzico di follia.

La nostra alternativa è sotto gli occhi di tutti, ma proprio perché ce l’abbiamo sotto il naso nessuno la vuol vedere: cocaina, eccitanti e alcool che spaccano il cervello dei nostri giovani, che non conoscono quell’allegria gioiosa un po’ sopra le righe e che, castrati in ogni angolo della propria vita sociale, cercano lo sballo attraverso sistemi chimici che li renderanno tutti uguali e tutti, in fondo, morti dentro.

Leggi i commenti sul blog Spirtules

Altri Articoli Che Potrebbero Interessarti:

Cinque Post Presi a Caso:

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 449 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter