FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

Faber

AMORE CHE VIENI, AMORE CHE VAI

Quei giorni perduti a rincorrere il vento
a chiederci un bacio e volerne altri cento

un giorno qualunque li ricorderai
amore che fuggi da me tornerai
un giorno qualunque ti ricorderai
amore che fuggi da me tornerai

e tu che con gli occhi di un altro colore
mi dici le stesse parole d’amore

fra un mese fra un anno scordate le avrai
amore che vieni da me fuggirai
fra un mese fra un anno scordate le avrai
amore che vieni da me fuggirai

venuto dal sole o da spiagge gelate
venuto in novembre o col vento d’estate

io t’ho amato sempre, non t’ho amato mai
amore che vieni, amore che vai
io t’ho amato sempre, non t’ho amato mai
amore che vieni, amore che vai

Perché scelgo questa canzone per ricordare Faber? Fabrizio la compose da giovane, quando già era stato deluso dall’amore ed era convinto che l’Amore con la A maiuscola fosse solo un mito.

Eppure arrivò per lui il grande amore con Dori, la donna che gli restò accanto fino alla fine della sua vita, e direi anche oltre essa.

La loro storia mi ha sempre colpito molto. Così come altre storie d’amore, fiorite nel terreno della disillusione quasi a disconfermare un pessimismo costruito pezzo dopo pezzo.

Ho amato le sue canzoni taglienti e asciutte, poetiche senza fronzoli. E ho amato quel suo raro sorriso scavato in un volto vissuto. Ho amato quella voce calda e modulata, talmente bassa da non poter essere imitata. E ho amato la sua malinconia, addolcita nel tempo dal calore di questo grande amore.

Ci sono persone che fanno di tutto per camminare nella vita in punta di piedi. Ma alcune di queste non possono passare inosservate.

Ciao, Faber.

Edit del 03 Febbraio 2008:

solo ora mi sono accorta che anni fa ho scritto un post, nel mio primo blog, proprio su questa canzone. ECCOLO QUI, ricopiato.

Altri Articoli Che Potrebbero Interessarti:

Cinque Post Presi a Caso:

Ci sono 13 commenti

  • lisa72 ha detto:

    A volta la vita e l’amore ti riservano delle inaspettate sorprese.
    Fabrizio resterà nei cuori di tutti quelli che lo hanno Ascoltato non solo con le orecchie ma anche con il cuore…
    Ricambio l’abbraccio da aprte di tutti e 5 ^_^ , Lisa

  • Comicomix ha detto:

    Non è mai troppo tardi per sorridere a Fabrizio De Andrè.
    🙁 🙂

  • Uyulala ha detto:

    @ Lisa:
    è assolutamente vero.

    @ Mister X:
    chissà dove vengono conservati i sorrisi fatti col cuore. Ma dovunque sia, sicuramente è un luogo bellissimo

  • MagaPaciocca ha detto:

    Fabrizio resterà sempre vivo nei nostri cuori, nelle nostre anime.

  • riccardo gavioso ha detto:

    un grande poeta che ci ha accompagnato per un lungo tratto di strada e che non potremo scordare.

    un saluto e un grazie per avercelo ricordato

  • Oscar Ferrari ha detto:

    Casualmente sabato mi sono imbattuto in un concerto di Laura Fedele, che ha proprio eseguito questo brano in versione jazz. Niente a che vedere con Faber, ma comunque bello

  • Giuseppe ha detto:

    In questo momento sto ascoltando alcune sue canzoni 🙂 …adesso sto ascoltando… Il Testamento di Tito

    “Ci sono persone che fanno di tutto per camminare nella vita in punta di piedi. Ma alcune di queste non possono passare inosservate.”

    Eh sì, De Andre’ non poteva passare inosservato. Un grande uomo e un vero Poeta. Anche io amo molto le sue canzoni.

    Ciao carissima, buona settimana

  • anecòico ha detto:

    questa canzone mi mette sempre un magone… grande Faber, e grazie a te per averla riproposta, un abbraccio 🙂

    anecòico

  • cabiria55 ha detto:

    Voglio segnalare un iniziativa ,clikka l’immagine


  • cabiria55 ha detto:

    Ops ho visto adesso che hai già aderito all’iniziativa “un sorriso per un anno!” Ciao.

  • Anne ha detto:

    Un poeta che ha accompagnato numerosi momenti importanti, di gioia, di rabbia, di dolore…, nella mia vita:
    sa sempre le parole giuste per descrivermi
    e per farmi pensare.
    Anche ora che non c’è più.

  • newyorker ha detto:

    pensando di essere l’unico in Italia a non amare il Faber mi limito al saluto, scusate le disturb 😉

  • Uyulala ha detto:

    @ MagaPaciocca:
    vero. Come dicevo, ha lasciato un segno profondo, forse anche suo malgrado

    @ Riccardo:
    Ho scoperto l’anniversario per caso, ma son felice di ricordarlo anche se con un pensiero piccolissimo

    @ Oscar:
    Credo che ormai un po’ tutti si vogliano cimentare con le sue canzoni. Per quanto alcune interpretazioni siano indubbiamente pregevoli, finora non ne ho trovata nessuna migliore di quelle originali

    @ Giuseppe:
    Faber aveva una spiritualià profonda, molto concreta e vera

    @ Anecòico:
    🙂 grazie

    @ Cabiria:
    Più siamo e meglio è. L’iniziativa è meravigliosa ed è molto seguita

    @ Anne:
    si possono ascoltare le sue canzoni in tanti momenti diversi della vita, ed esse trovano sempre un punto di risonanza

    @ Newyorker:
    Grazie comunque del tuo passaggio. Daltronde nessuno può pretendere di piacere a tutti, ci mancherebbe, e Faber non poteva essere un’eccezione

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 448 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter