FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

Rianimate i laici

Kipapa2SuGiu2

Rianimate Rilancio molto volentieri l’iniziativa lanciata da Lameduck nel post linkato dal banner che vedete accanto. Vorrei ricordare alcuni punti essenziali, anche grazie all’aiuto che mi fornisce Lameduck nel suo articolo. Viviamo in un periodo in cui un orientamento di pensiero, unico e monolitico, sta tentando con forza di imporre la propria visione del mondo, la propria “filosofia di vita”, il proprio credo, l’etica, la morale e su ciò vuole che vengano imposte leggi ad uno stato, il nostro. Sono molte le tematiche oggetto di discussione che rischiano di venire affrontate con lo stesso stile che si affronterebbero in Iran (paese che critichiamo tanto ma al quale, alla resa dei conti, rischiamo di somigliare ogni giorno di più). Farò un rapido accenno ad esse sulla falsariga dell’articolo di Lameduck.

1. Sessualità e aborto.

Comincio da questo perché l’attuale dibattito sulla legge 194 sembra scordare palesemente il vero obiettivo di questa legge, che non è nata allo scopo di far abortire le donne ma con l’intento di promuovere una sessualità e una genitorialità (e badate che ho detto genitorialità e non maternità) sana, matura e responsabile. Prevede a questo scopo la messa in atto di azioni preventive quali: informazione/educazione sessuale ai giovani, campagne di prevenzione sulla popolazione, fornitura di anticoncezionali, sostegno alla maternità e tanto altro. I consultori poi, di fatto, si son visti ridurre drasticamente i finanziamenti. Attualmente lavorano in condizioni disastrose, con in più il fiato sul collo delle associazioni cattoliche. Ah, per inciso: negli anni lo stato ha tolto dalla fascia A di prescrivibilità gli anticoncezionali orali più tollerabili, lasciando quelli più pesanti e con maggiori effetti collaterali. L’educazione sessuale nelle scuole è rimasto un progetto inespresso, incagliato nelle parole “educazione o informazione”. Gli stessi finanziamenti per le visite preventive delle malattie tumorali e delle malattie sessualmente trasmesse son stati drasticamente tagliati. E’ un vero miracolo che, in queste condizioni, il numero di aborti sia sceso progressivamente nel tempo.

A questo proposito rimando anche a QUEST’ARTICOLO e a QUEST’ALTRO

2. Eutanasia

Come ho scritto in un post recente, se la vita è una cosa ci si può chiedere chi ne sia il proprietario, ma se è un processo, se è l’azione di vivere, non esiste dubbio su chi compia quest’azione. Chi compie quest’azione, ossia ognuno di noi, la compie secondo la propria coscienza e la imposta direzionandola come ritiene essere più giusto, esercitando l’indispensabile controllo della libertà reciproca. Non tutti hanno la stessa concezione del vivere e del morire, soprattutto non tutti considerano “vita” quella di chi, malato terminale, è costretto a sopportare sofferenze fisiche e/o psicologiche intollerabili.

QUI e QUI due articoli di Spirtules al riguardo.

3. Fecondazione assistita

Su questo tema, per esempio, io ho delle idee lontane da chi cerca un figlio quando non ha la possibilità di metterne al mondo uno con i “sistemi tradizionali”. E’ un punto di vista che mi capiterà di esporre, ma si tratta comunque sempre e solo di un MIO punto di vista.

4. Le coppie di fatto

Proteggere i legami che si sono scelti, piuttosto che privilegiare quelli che invece ci ha imposto il caso, diventa un atto di civiltà e di rispetto fondamentale per una società civile. Per quanto mi riguarda sono perfettamente in sintonia con Gian Mario Felicetti, che combatte per l’estensione del matrimonio alle coppie gay, da affiancare comunque ad una buona legislazione che consenta comunque di scegliere l’una o l’altra opzione per coppie omo o eterosesuali.

5. Il divorzio breve

Snellire le procedure per terminare legalmente ciò che affettivamente è morto da un pezzo impedisce tanti giochi perversi che, il più delle volte, si svolgono sulla pelle dei figli.

In uno Stato democratico (e non voglio usare la parola “laico” perché è sufficiente una buona democrazia per arrivare a certe conclusioni) devono poter venire accolte posizioni ideologiche, religiose, filosofiche, etiche diversificate da tenere affiancate fra loro, e non posizionate in ordine gerarchico.

Nessuno obbliga un/una cittadino/a a abortire (o far abortire), usare la contraccezione, a convivere con il/la proprio/a partner, a divorziare, a far uso delle tecniche di fecondazione assistita, a trovare un modo per accelerare la conclusione di una vita la cui qualità è disastrosa.

In QUESTO LINK il sito della Lega Italiana Divorzio Breve

Il relativismo etico, soprattutto in una legislazione, ben lungi dall’essere un disvalore è la migliore espressione di una democrazia. Vera.

 

Altri Articoli Che Potrebbero Interessarti:

Cinque Post Presi a Caso:

Ci sono 4 commenti

  • Lameduck ha detto:

    Grazie Uyulala. Tra l’altro hai aggiunto cose fondamentali al mio discorso ed è proprio questo che auspicavo da chi avesse ripreso l’apppello.
    A proposito di ciò che dici, anch’io non ricorrerei mai alla fecondazione assistita ma non sopporto che chi vuole disperatamente un figlio debba emigrare per non incorrere nei lacci e lacciuoli imposti dalla legge 40.
    Pensare di ritornare all’aborto clandestino è orribile.
    Dopodichè, nessuno obbliga i devoti a divorziare, abortire ecc. Un abbraccio.

  • Darla ha detto:

    oggi i consultori funzionano solo per le donne incinte e servono a promuovere il parto naturale (po se hai bisogno di un cesareo urgente devi aspettare l’elicottero che ti porti al più vicino presidio ospedaliero… di quelli grossi ed importanti) e l’allattamento naturale.
    cmq sembrerà follia ma io ho una risposta su questo “accanimento terapeuitico” che vediamo in giro.
    La risposta ha a che fare con delle cose molto oscure ed anche spaventose (altro che matrix) e la trovi qui: (dove si parla dei parassiti dimensionali)

    http://www.automiribelli.org/?p=122

  • GG ha detto:

    Brava! Corro ad aderire all’iniziativa!

    Un grazie a Lame!!

  • Uyulala ha detto:

    @ GG:
    spero che l’iniziativa si diffonda un po’ di più: è partita in sordina. (scusa se non ho approvato prima il commento, ma il lunedì è per me una giornataccia: faccio solitamente un turno di 12 ore…)

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 446 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter