FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

Associazione Giovani Uomini Cristiani

Su internet ho trovato il testo e la traduzione di una vecchia canzone che vorrei riproporre con simpatia ai miei assidui lettori e ai viandanti che passano per caso da queste parti. Posto prima la traduzione e poi il testo completo.

Associazione Giovani Uomini Cristiani

Giovane uomo, non c’è bisogno di sentirsi giù
Ho detto, giovane uomo, alzati da terra
Ho detto, giovane uomo, perché sei in una nuova città
Non c’è bisogno di essere infelici

 

Giovane uomo, c’è un posto dove puoi andare
Ho detto, giovane uomo, quando sei a corto di soldi
Puoi rimanere lì, e sono sicuro che scoprirai
Molti modi per avere una buona giornata

 

È divertente stare all’AGUC
È divertente stare all’AGUC
Loro hanno ogni cosa per far divertire i ragazzi
Puoi stare con loro

 

E’ divertente stare all’AGUC
Puoi lavarti
Puoi avere un buon pasto
Puoi fare qualunque cosa ti senti

 

Giovane uomo, mi stai ascoltando
Ho detto, giovane uomo, cosa vuoi diventare?
Ho detto, giovane uomo, puoi realizzare i tuoi sogni
Ma devi sapere quest’unica cosa

 

No uomo, fallo tutto da solo
Ho detto, giovane uomo, metti il tuo orgoglio su uno scaffale (da parte)
E vai là all’AGUC

 

Sono sicuro che loro oggi ti possono aiutare

 

È divertente stare all’AGUC
È divertente stare all’AGUC
Loro hanno ogni cosa per far divertire i ragazzi
Puoi stare con loro

 

È divertente stare all’AGUC
Puoi lavarti
Puoi avere un buon pasto
Puoi fare qualunque cosa ti senti

 

Giovane uomo, io ero una volta nei tuoi panni
Ho detto, ero ero senza un tetto e depresso
Ho sentito, uomo non preoccuparti se sono sopravvissuto
Ho sentito il mondo intero starmi stretto

 

E’ stato in quel momento che qualcuno si è avvicinato a me
E ha detto giovane vai su per quella strada
C’è un posto là chiamato AGUC
Loro possono iniziare a farti tornare sulla tua strada

 

L’avete riconosciuta? Ebbene si, si tratta proprio di

YMCA

Young man, there’s no need to feel down.
I said young man, pick yourself off the ground.
I said young man, ‘cause you’re in a new town
there’s no need to be unhappy.
Young man, there’s a place you can go.
I said young man,
when you’re short on your dough
you can stay there, and I’m sure you will find
many ways to have a good time.
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
They have everything for you men to enjoy.
You can hang out with all the boys…
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
You can get yourself cleaned.
You can have a good meal.
You can do whatever you feel…
Young man, are you listening to me?
I said young man, what do you want to be?
I said young man, you can make real your dreams.
But you got to know this one thing!
No man does it all by himself.
I said young man, put your pride on the shelf,
and just go there, to the Y. M. C. A.
I’m sure they can help you today.
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
They have everything for you men to enjoy.
You can hang out with all the boys…
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
You can get yourself cleaned.
You can have a good meal.
You can do whatever you feel…
Young man, I was once in your shoes.
I said I was down and out with the blues.
I felt no man cared if I were alive.
I felt the whole world was so tight…
That’s when someone came up to me
and said young man, take a walk up the street.
there’s a place there called the Y. M. C. A.
they can start you back on your way.
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
They have everything for you men to enjoy.
You can hang out with all the boys…
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
It’s fun to stay at the Y. M. C. A.
You can get yourself cleaned.
You can have a good meal.
You can do whatever you feel…
y. m. c. a.
You’ll find it at the Y. M. C. A.
You can get yourself cleaned.
You can have a good meal.
You can do whatever you feel…
You can do whatever you feel…

Pochi conoscono, credo, la storia di questa canzone. Circa 90 anni fa venne fondata la Città dei Ragazzi, (Boys Town), destinata a raccogliere i minorenni disadattati, giovani delinquenti e ragazzi di strada a forte rischio di delinquenza minorile. Di questa storia vene fatto anche un bellissimo film il cui protagonista, nei panni del padre fondatore, era il grande Spencer Tracy il cui titolo era proprio BOYS TOWN. I ragazzi di questa città andavano in giro per il mondo (e credo che ancora lo facciano) a portare il messaggio di amore e fratellanza universale attraverso dei piccoli musical nei quali, immaginate un po’, usavano abiti tradizionali di molti popoli della terra e abiti tipici di molte professioni.

La canzone YMCA è nata per sfottere simpaticamente questi musical, ed è fatta proprio sulla falsariga degli spettacoli in questione. Probabilmente neppure gli stessi Village People si aspettavano che quello che era nato come uno scherzo diventasse poi una delle canzoni più cantate da almeno tre generazioni.

Ma godiamoci il video originale, ne vale proprio la pena.

 

 


Village People – YMCA (version originale)
Caricato da scorpiomusic

 

 

 

 


SuGiu2

Altri Articoli Che Potrebbero Interessarti:

Cinque Post Presi a Caso:

Ci sono 8 commenti

  • Questo articolo stato segnalato su ZicZac.it.

  • upnews.it ha detto:

    Sacro Profano » » Associazione Giovani Uomini Cristiani

    La traduzione di una vecchia canzone e la sua storia ptrebbero sorprendere alcuni di voi

  • Lisa72 ha detto:

    Il video è impagabile 😀
    La storia (e soprattutto la traduzione 😥 ) non la conoscevo!
    Un caro saluto, Lisa

  • Uyulala ha detto:

    per Lisa
    si, questa cosa la sapevo da un po’. Tempo fa avevano fatto un servizio TV sulla città dei ragazzi e hanno anche comparato un loro video con questo dei Village People. Ma si tratta di un servizio TV di un’epoca lontana, quando la gente sapeva ridere ancora…

  • GG ha detto:

    Brava, finalmente un po’ di memoria storica fa giustizia ad una perla del patrimonio culturale occidentale..! 😀

    Veltroni, ripiega su Zarrillo!! :mrgreen:

  • Uyulala ha detto:

    per GG
    Non glielo dire che sennò lo fa davvero!

  • Andrea ha detto:

    Antecedentemente alla diffusione di questa canzone nacque un modo di dire prettamente americano che ormai oggi è fuori moda in quanto si preferisce usare termini più diretti ed espliciti: “going to Y”.
    “Going to Y” significa letteralmente “andare alla Y” e mentre all’inizio era considerato come andare ad una delle sedi della YMCA in seguito divenne un modo per comunicare tra persone omosessuali il fatto di voler trovare altri omosessuali e possibilmente avere degli incontri a sfondo sessuale all’interno delle YMCA (la canzone si riferisce proprio a questa possibilità).
    In seguito all’apertura delle YMCA anche al sesso femminile, “going to Y” divenne un modo per dire che si cercavano incontri sessuali senza tuttavia specificarne la natura (nel pieno rispetto della privacy).

    Al giorno d’oggi, come detto sopra, “going to Y” ha perso gran parte del significato anche se, sono quasi certo, detto ad una persona con almeno 40 anni d’età lo farebbe sorridere e non poco.

  • Uyulala ha detto:

    Grazie Andrea, questa è una cosa che non sapevo. Quindi i riferimenti della canzone sono sicuramente almeno due 😀

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 449 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter