FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

Orgoglio e pregiudizio in Vaticano – riflessioni ed excursus – prima parte

Anonimo – Olivier Le Gendre
Orgoglio e pregiudizio in Vaticano (Confession d’un cardinal)


Ho finito di leggere ieri questo libro-intervista e mi accingo a scrivere non tanto una recensione quanto le mie riflessioni al riguardo.

Il libro è stato scritto da Olivier Le Gendre, scrittore cattolico, in seguito a tre serie di colloqui svoltisi nell’arco del 2005 in tre parti del mondo: Roma, Avignone e un luogo non precisato del sud-est asiatico. L’interlocutore, anonimo, è un cardinale di oltre ottant’anni che ha vissuto attivamente fasi cruciali della vita della chiesa nell’arco degli ultimi 40-45 anni.

Intervista di un cattolico ad un “principe della chiesa”, recensione di un’eretica e apostata. Lo scrivo e lo sottolineo perché metterò il mio punto di vista qua e là e, a mio parere, visto che non sarò obiettiva, è importante che chi mi legge abbia ben presente questo.

Comincio con i titoli: in francese il titolo è “ Confession d’un cardinal”, con un vezzo tutto italiano questo titolo non è stato tradotto letteralmente ma è stato proprio trasformato in “Orgoglio e pregiudizio in Vaticano”. Non posso fare a meno di notare che nell’uno e nell’altro caso i titoli sono quanto mai infelici e fuorvianti, scelti probabilmente più per ragioni di marketing che per suggerire il reale tema dello scritto.

Il titolo avrebbe dovuto essere – lo si rileva alla fine del libro – “La brezza e l’uragano” oppure “Il principio di Poo”. Non dirò le ragioni del secondo titolo perché fanno riferimento ad un fatto vissuto durante l’ultimo dei tre incontri e non è possibile spiegare questo “principio” senza rivelare in anticipo qualcosa che dovrebbe invece essere letto a poco a poco. Il primo titolo invece fa riferimento ad un brano della Bibbia in cui il profeta Elia viene a contatto con la potenza di un uragano e non trova Dio mentre lo trova nell’alito di una brezza.

Anche il sottotitolo dell’edizione italiana è fuorviante:

“Le confessioni di un cardinale sulla chiesa di ieri e di oggi – il potere, la politica, gli scandali, le crociate contro la modernità”.

Ritengo fuorvianti titolo e sottotitolo non perché non rispondano a vero ma perché fanno intravvedere l’aspetto più superficiale del lungo dialogo occorso fra questi due credenti. Il libro è infatti molto impersonale, il cardinale non confessa assolutamente nulla e non pone una propria interpretazione della situazione della chiesa. Descrive in modo piuttosto distaccato, sebbene partecipe, quanto sta passando la chiesa attualmente, attraverso brevi ma significativi excursus storici per collegare le ragioni della crisi attuale con errori del passato anche remoto, ma questo non risulterà altro che un lungo preambolo che servirà a portare l’interlocutore – e di conseguenza il lettore – ad una revisione del proprio modo di vedere la fede e ad un recupero del valore profondo e imprescindibile del messaggio evangelico:

Dio si rivela nelle piccole cose, nei bambini, nei malati, nelle prostitute, nel dolore degli umili e non nella politica e nella grandiosità del potere, compreso di quello della chiesa stessa. Dio non si rivela nelle leggi e nei divieti, ma nello stare accanto ad un moribondo ignaro perfino dell’esistenza del cristianesimo, stargli accanto senza cercare di convertirlo e di trasformarlo in un numero in più fra i battezzati. (N.B.: non è una citazione del libro)

L’excursus è fondamentale e interessantissimo, fra l’altro il libro mi è stato suggerito a causa di un lungo brano in cui il cardinale critica i movimenti, fra cui anche il movimento dei focolari, in quanto portatori di un messaggio reazionario e di restaurazione laddove la chiesa per sopravvivere ha bisogno di ben altro. Il brano sta circolando su Facebook almeno in due lingue, italiano e spagnolo, ma non mi sorprenderebbe che altri utenti lo stessero postando anche in altre versioni.

Attratta da questo ho acquistato il volume, ma ci ho messo poco a capire che il mio interesse sarebbe stato dirottato altrove e ampliato ben oltre i confini di quella critica tagliente.

Invito a leggere con molta attenzione questa lunga intervista, io stessa spero di avere il tempo di rileggerla. Voglio a questo punto però esprimere alcune cose totalmente personali.

Come dicevo, il libro è scritto sulla base di lunghi e impegnativi colloqui fra due cristiani, due cristiani autentici che sono realmente e genuinamente interessati all’essere umano e non – o non più – al potere. Di conseguenza afferma comunque il primato della chiesa e della religione cristiana su vari fronti, così come dà abbondantemente per scontato che la rivelazione evangelica di un dio che si fa uomo sia reale, attuale e universale.

Riporterò alcune riflessioni a partire dal prossimo articolo.

(Seconda parte)

_______________________________________________

AVVISI PER CHI COMMENTA

Altri Articoli Che Potrebbero Interessarti:

Cinque Post Presi a Caso:

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 445 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter