FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

Movimento dei focolari, l’esperienza di Luce

Qualche giorno fa ho ricevuto un’email da parte di un ex membro del movimento, una persona non italiana, che ha voluto condividere con me qualcosa della sua esperienza. Ha voluto usare come nick “Luce”, ed io ringrazio Luce per le sue parole. Pubblico il contenuto della email dietro suo esplicito consenso, avendo apportato come uniche modifiche alcune correzioni ortografiche, peraltro assai poche visto che Luce ha scritto in un italiano comprensibilissimo.

Un abbraccio a Luce e a tutti voi.

Buongiorno, Grazie mille d’avere il coraggio che tanti non hanno di parlare in questa maniera chiara, sincera, concisa e precisa su questa dura e incomprensibile realtà che tanti sperimentiamo quando siamo usciti dal movimento, mi sono tanto, tanto, tanto identificata. Io ho pensato tutto questo di cui voi parlate qui su questo sito, dopo che sono uscita dal movimento ma avevo dei momenti in cui pensavo che ero l’unica ad avere questi sentimenti oppure questi pensieri.

Pensavo: “forse la penso cosi perché “sono arrabbiata”” non sapevo identificare se era il diavolo o ero proprio io .. ma adesso che vi ho letto mi è stato confermato ancora di più quello che dentro sentivo, che non sono del tutto sbagliata…
Sono quasi sette anni che non faccio più parte del movimento. Ho fatto la scuola di formazione come focolarina esterna per sei anni, in un centro del movimento, la mariapoli permanente, e lì, in questi duri oscuri anni, loro hanno distrutto quasi del tutto quanto c’era di più prezioso di me: la mia spontaneità, la mia gioia , le mie sicurezze, mi hanno insegnato ad essere tanto “dipendente ed a non essere indipendente”, perché si non vedevo tutto con Gesù in mezzo stavo facendo di “testa mia”. Ho fatto la scuola sia a Loppiano che a Montet ed a Montet mi è stato detto che non era la mia strada perché avevo un carattere forte e che non ero capace di fare tante cose, con non costruivo Gesù in mezzo ed io ho detto alla responsabile che dentro io non lo sentivo cosi… Ho pianto tantissimo e lei mi ha detto che sembravo un malata mentale, inoltre mi hanno detto di tornare a casa per continuare a costruire l’opera insieme al focolare, vicina al focolare anche se “non ero dentro”. Mi hanno detto che io dovevo ringraziare l’opera per tutto quanto aveva fatto per me, in quegli anni, che avevo ricevuto un tesoro e che se non rimanevo nell’opera potevo andare all’inferno… Ha detto che l’unica cosa che dovevo fare era fidarmi di Gesù in mezzo perché “Gesù in mezzo non sbaglia mai…” Queste parole hanno distrutto la mia anima, e il mio cuore, perché dovevo rinunciare a tutto quello che in quel momento era il mio sogno soltanto perché era stato visto con Gesù in mezzo..
Dopo che sono tornata a casa sono entrata in una crisi terribile sentivo di morire senza il movimento, senza stare con le pope, senza il focolare, senza affrontare tutto con Gesù in mezzo, e cosi via.
Ho dovuto cercare aiuto e fare delle terapie per tutto un anno e questo mi ha aiutato un po’, ad uscire da quel tunnel, ma non è del tutto finito perché ancora ci sono delle tracce che mi impediscono di raggiungere tante nuove cose che desidero in questo momento perché nel subcosciente sono ancora rimaste tante parole che a volte ostacolano il cammino: per esempio dare sempre la vita, morire a te stesso, non avere personalità… ma ho ricominciato dopo qualche mese con le terapie per aiutarmi a liberarmi completamente di queste tracce che a volte ti imprigionano perché sono fissate molto bene nello subcosciente… spero che possiate capire un po’ di ciò che vi scrivo. Mai avrei pensato che c’era un pagina che parlava di questo argomento. E’ stata giusto ieri, che una ex-gen mi ha parlato di questo sito, e che scoperta! Grazie mille: ci sonno tanti che in questi momenti hanno proprio bisogno di sentire, di leggere queste parole, vi auguro un buonissimo proseguimento in questo vostro lavoro.

Un ex-membro del movimento del focolare!!

Altri Articoli Che Potrebbero Interessarti:


Cinque Post Presi a Caso:

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 424 articoli e 2,877 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter