FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

Archive for the 'Vecchiaia e Gioventù' Category

Le parole del tempo

E venne un giorno quand’ero bambina, il corpo iridescente e il viso fresco, a recitarmi per la prima volta una preghiera, ad accarezzare le mie lacrime salate di sabbia e vento, a coprire il mio freddo e la mia tristezza, per dirmi con dolcezza

continue reading

5 Comments »

Colore celeste

La stradina è molto stretta e le auto parcheggiate ad un lato rendono ancora più difficile il passaggio. Mi fermo un attimo per prendere le misure e iniziare con cautela una manovra. Esce da un portone una ragazza giovanissima. Una lieve, discreta abbronzatura rende la sua pelle levigata e luminosa. I capelli, neri e lunghi fino alle spalle, sono trattenuti alla nuca e le ricadono dolcemente ai lati del collo. Indossa un abito celeste che le trattiene un seno fermo di chi si è appena affacciata alla vita. L’abito ricade morbido sul suo corpo e termina con una gonna vaporosa che le sfiora appena le ginocchia. Il suo sguardo è basso e timido, sembra quasi che fosse la prima volta che indossava un abbigliamento decisamente femminile.

continue reading

2 Comments »

Nello scorrere immobile dell’illusione del tempo

L’oracolo lo guardò con occhi lontani e liquidi.  Il suo sguardo trapanava il cranio e si depositava oltre la nuca, al di là del monte e dietro i confini dell’orizzonte.

Parlava con voce piatta e monotona ed ogni parola era pesante come il granito dello strano trono su cui era seduto.

Io morirò e le tue parole non avranno più senso alcuno. Dei mille pensieri non uno resterà legato alla tua mente. Io morirò e l’estate lascerà il posto all’autunno gonfio di mosto e foglie ingiallite. Morirò nelle tue rughe ogni anno più profonde, nelle tue ossa più rigide e nei tuoi muscoli sempre più deboli. Io morirò e non vedrai più quegli occhi che hai amato tanto, e la tua vita si riempirà di “se avessi detto”, “se avessi fatto”.

continue reading

2 Comments »

Piacere, sono tua madre

La mia casa è piccola, non posso sbagliarmi. Quando attraverso l’angusto andito la incrocio. Abbastanza alta, formosa sebbene delicata, i capelli ormai dipinti di vari colori e con un taglio nuovo. Tenui sfumature che partono dal verde pistacchio al rosa fucsia si interscambiano in quel caschetto.

continue reading

1 Comment »

Piccoli Pensieri molto Personali – l’Abito del Matrimonio

Mia figlia… Mia figlia è speciale. E’ ovvio che è speciale per me, forse non lo sarà per il mondo intero ma sicuramente lo è per me. Accetta con molta naturalezza tante cose della mia vita, che in parte è anche la sua.

Ieri mi ha chiesto di vedere l’abito del mio primo matrimonio, quel matrimonio fatto quando ero nel movimento dei focolari, quel matrimonio in cui avevo 22 anni e l’allora mio fidanzato 23. Non guardo quell’abito da molti, molti anni. Praticamente da quando sono riuscita a separare la mia vita da quella del mio ex.

continue reading

13 Comments »

28 Luglio 2008: Con colpevole ritardo – Tiziano Terzani

Quattro anni fà concludeva il suo viaggio corporeo Tiziano Terzani. Non voglio tracciare una biografia di quest’uomo straordinario, in rete se ne possono trovare molte, la maggior parte delle quali fatte molto bene. Fra i suoi scritti il libro messo a punto dal figlio Folco – La fine è il mio inizio – è sicuramente una forma di biografia-autobiografia che più di qualunque altra ha il pregio dell’immediatezza e della freschezza.

continue reading

3 Comments »

Di come sia opportuno non condividere le proprie idee

Mia figlia è in 1° liceo scientifico. Ha quasi 14 anni. Oggi è arrivata perché voleva parlare un po’ con me. Durante un’assemblea (si, le fanno ancora) c’è stata una discussione tra lei e un compagno di classe.

continue reading

5 Comments »

Enzo Biagi

Son sempre stata una persona abbastanza distratta, con la testa fra le nuvole, ma di Enzo Biagi ho un ricordo molto preciso quando, ormai tanti anni fa, cominciava ad affacciarsi più che altro come “movimento” la Lega Nord (non ricordo neppure se si chiamava già così).

continue reading

11 Comments »

Ciò che mi manca, Ciò che non mi manca

Mi manca il profumo del cibo mentre attraverso le strade, gli schiamazzi dei bambini per le vie, ed il gioco “campana” o “pincaro” a saltelli su un piede. Il nascondino, Regina Reginella, Pinocchietto fa il mestiere, acchiapparello, figurine, le fionde e le cerbottane, lo “schiaffo del soldato”, i maschi-contro-femmine, le urla sguaiate di giochi scomposti.

continue reading

5 Comments »

Passeggiando Lungo le Tracce del Tempo

Come spesso capita, la lettura di altri scritti mi suscita riflessioni, pensieri, tira fuori dei collegamenti fatti a causa di esperienze mie o raccolte da me in questo peregrinare della vita.

Questa volta si tratta di un bellissimo scritto di Stella Rosa Pecci, pubblicato sul sito Olistica di Sergio Corriero.

continue reading

14 Comments »

Una giornata estiva

Solitamente la mattina non ho bisogno di accendere l’aria condizionata. Abbasso i finestrini, accendo il lettore MP3 e mi lascio scivolare sull’asfalto senza troppa fretta, nonostante il palese ritardo. Ma l’aria è pesante, alle 7.30 è già greve e densa. Attraverso il sud della grande distesa pianeggiante e durante il percorso con la coda dell’occhio scorgo le campagne. Fino a poco tempo fa erano dorate, percorse dalle onde dei grani, dei foraggi. E poi a poco a poco tosate come pecore, punteggiate dalle grosse e compatte balle di fieno, cilindriche o a base rettangolare. Oggi l’odore acre e pungente accompagna la visione di una campagna bruciata, nera, brulla, desolata. Il caldo diventa soffocante, gli occhi mi bruciano, feriti dai residui di fumo e dalla vista di quello squallore. La musica nelle mie orecchie è uno stridente contrasto con quanto vedo, sento, percepisco con ogni senso.

continue reading

Commenti disabilitati su Una giornata estiva

La spiritualità non si trova nelle definizioni o nelle religioni. (Primo titolo: “E’ definibile?”)

Anche in questo caso ho voluto riproporre un post che ho scritto tempo fa in un altro mio blog, il 19 Ottobre 2005. La ragione del mio riproporre questo post è esattamente l’opposta di quella che me l’aveva suscitato. Allora ero entrata in una discussione in un sito dal taglio fortemente anticlericale, ero stata definita “atea” in un’accezione positiva. Ieri invece su OKNOtizie in seguito ad un mio commento, l’utente Violane (che peraltro stimo profondamente) mi ha dato una risposta che mi ha spinto a rispolverare questo mio scritto, perché ridurre tutto a “credere o non credere” è un errore che spesso si fa in perfetta buona fede, ma è un errore che porta, come tanti in questo campo, a divisioni e fraintendimenti.
Non esiste un “credere” e un “non credere”. Anche le persone che non credono nell’esistenza di qualcosa che va al di là della vita fisica conosciuta hanno un bagaglio e una ricchezza che viene loro negata, calpestata e violentata. Pensavo per esempio a quante volte è stata offesa quella splendida persona che è Rosalba Sgroia, semplicemente perché lotta con tutte le sue forze affinché i suoi diritti di persona non credente vengano rispettati, senza mai pensare di negare ad alcuno i propri.

Ripropongo quindi questo mio scritto, con qualche piccola variazione come in quello precedente, affinché sia presente solo il mio pensiero e non altri particolari inutili a questo fine:

continue reading

Commenti disabilitati su La spiritualità non si trova nelle definizioni o nelle religioni. (Primo titolo: “E’ definibile?”)

Vi presento Joe Black

Scrivo queste righe a caldo, in seguito alla visione di questo film particolarissimo, consigliatomi qualche giorno fa.

Dovendo scrivere, per forza, la trama, la metto in altro formato in modo che chi non vuole leggerla, la salti.

continue reading

1 Comment »

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 453 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter