FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

Archive for the 'Riflessioni' Category

La materia e lo spirito

Mele a Birstein

Rompo il mio silenzio sollecitata da uno scambio avvenuto su Facebook, in seguito alla condivisione di un articolo, QUESTO. La discussione è QUI, su Facebook,   avrei voluto contribuire direttamente là, ma credo che l’argomento mi porterebbe via un numero di parole superiore alla voglia di leggerle in un commento. Vedo un po’ se riesco a racimolare qualche idea.

Capisco bene la posizione di chi non vede un’esistenza al di là di quella su questo microscopico sassolino nell’Universo, sasso che noi chiamiamo Terra. E mi rendo conto che si tratta di un punto di vista molto serio e ben difficile da confutare. E io in fondo non voglio neppure farlo. Vorrei però lasciare delle considerazioni sparse che spero poi si coagulino in un mio pensiero centrale che ora come ora non sono sicura di esprimere a parole. continue reading

Commenti disabilitati su La materia e lo spirito

dal Tao Te Ching 03

Da “Tao Te Ching. Una guida all’interpretazione del libro fondamentale del taoismo” – traduzione e cura di Augusto Shantena Sabbadini, URRA edizioni, pag. 61 e seguenti:

Dao

Non esaltare l’eccellenza fa sì che la gente non competa.

Non dare valore ai beni difficili da ottenere fa sì che la gente non diventi ladra

Non ostentare ciò che può eccitare il desiderio fa sì che i cuori della gente non siano turbati.

Per questo il governo del saggio vuota i cuori e riempie i ventri,

indebolisce le ambizioni e rafforza le ossa.

Sempre fa sì che la gente sia senza sapere e senza desideri e che coloro che sanno non osino agire.

Pratica il non agire, perciò non vi è nulla che non sia ben governato.

continue reading

Commenti disabilitati su dal Tao Te Ching 03

Professioni di servizio e invadenza dell’Ego

Aterosclerosi e Trombosi Mi capita di fare alcune considerazioni relative a professioni come la mia, professioni sanitarie o comunque professioni in cui la componente prevalente è quella del servizio al pubblico – siano essi utenti, pazienti o comunque li si voglia chiamare. Le mie riflessioni riguardano una realtà che temo sia prevalentemente italiana (chi lavora all’estero potrà confermare o smentire), ma probabilmente in forma differente è diventata tipica della società occidentale improntata al mercantilismo spinto. Parto dal mio piccolissimo ambito. Io svolgo una professione di aiuto: sono medico, psichiatra, ho a che fare con persone che presentano patologie molto particolari e disagi spesso difficili anche da comunicare.

continue reading

2 Comments »

Āyurveda, riflessioni di studio 002. Canali di relazioni

Una splendida immagine dell'Albero della Vita (Ho utilizzato una splendida immagine dell’Albero della Vita. Tratto dal sito La Cabalà, a cui rimanda il link della foto. Se i proprietari dell’immagine ritengono che io abbia violato un copyright, possono contattarmi e ottenere la rimozione immediata della foto.)

Riflessioni in libertà del 07.04.2013

La primissima esperienza di Āyurveda l’ho fatta a gennaio 2012 quando ho partecipato ad un seminario esperenziale sulle relazioni. Seminario nel quale fra l’altro avevamo verificato come ci siano dei messaggi che “passano” al di là delle comunicazioni verbali – e spesso anche non verbali – fra le persone. Si tratta di un fenomeno che conosco bene perché comunque viene spiegato in molti modi diversi soprattutto in ambito religioso, ma il discorso sugli Śrotas mi colpisce in particolare perché rende totalmente neutra la spiegazione di quei particolari tipi di comunicazioni non spiegabili fisicamente. Per esempio, ricordo come mi aveva colpito molti anni or sono leggere che Wiesenthal, liberato dal campo di concentramento, aveva la percezione molto nitida che anche sua moglie fosse sopravvissuta, cosa che si rivelò esatta.

continue reading

1 Comment »

Āyurveda, riflessioni di studio 001. La Realtà è Frattalica

Voglio inserire qui di seguito alcune considerazioni che mi nascono dallo studio che sto facendo di medicina Āyurvedica, nel rileggere gli appunti, ricordare le lezioni, sfogliare disordinatamente qualche libro, e nel ricucire il tutto con la mia banale esperienza. Queste in particolare le ho messe per iscritto il 17.02.2013. Spero di riuscire a scrivere ancora, chissà.

Anni fa sono venuta a conoscenza di questa straordinaria scoperta secondo la quale attraverso un algoritmo si potevano descrivere aspetti della realtà apparentemente irregolari. Su Wikipedia posso trovare qualcosa di abbastanza semplice che mi permette di capire meglio quest’argomento. Soprattutto interessante questo stralcio:

continue reading

1 Comment »

La vita è un verbo

Gestire un sito o un blog è un impegno, alla lunga, e per questa ragione alla fine ho diradato le pubblicazioni fino a fermarmi del tutto. Eppure mi è rimasto il desiderio di condividere in rete alcune cose: riflessioni, esperienze, il mio viaggiare in questa vita.

A poco a poco ho perso l’interesse che avevo nei confronti del movimento dei focolari e, mi dispiace dirlo, dei suoi ex membri. Ho conosciuto persone meravigliose fra loro, ma in linea di massima troppo attanagliate dalla paura per poter realmente andare al di là di lamentele – peraltro legittime – su ciò che avevano patito all’interno di questa organizzazione. Perciò penso che non continuerò a scrivere specificamente di questo, anche se un discorso più generale sulla tendenza dell’essere umano di formare e/o partecipare a organizzazioni settarie probabilmente mi capiterà di riprenderlo.

continue reading

Commenti disabilitati su La vita è un verbo

Riflettendo attraverso la scomparsa di Marisa Baù

Mi è molto difficile mettere nero su bianco le innumerevoli riflessioni che mi ha scatenato la scomparsa di Marisa Baù, la focolarina trovata morta alla fine di gennaio. Marisa viveva a Montet da molti anni. Nell’articolo di Gordon Urquhart – in inglese – potete trovare fra le altre considerazioni un’analisi della situazione che si crea nelle cittadelle del movimento.

La famiglia non crede che si sia trattato di suicidio, ed è molto comprensibile questo. Si tratta di un’eventualità molto dura da digerire anche nel caso riguardi persone che hanno tutte le caratteristiche e soffrono di disturbi tali da rendere per loro il suicidio una possibilità concreta. Nel caso di una persona che si mostra sempre felice e piena di vita è quasi impossibile immaginare che possa aver fatto un gesto di disperazione estrema.

continue reading

27 Comments »

11 Settembre 2001 – 11 Settembre 2011

Dieci anni fa lavoravo già da un anno a S. Gavino, dove lavoro tutt’ora. Stavamo ancora nella vecchia sede ed io allora avevo il turno di mattina. Dieci anni fa era di martedì infatti. Torno a casa, come sempre da quando ho il primo turno, intorno alle 15. Ero sola, prendo qualcosa da mangiare, lo metto in un vassoio e vado in salotto. Accendo la TV e guardo un canale, mi sembra RAI2 ma non ne sono sicura. Sono abbastanza distratta: stanca e affamata all’epoca usavo la TV più per evitare di pensare che per un reale interesse. La scena che mi si para dinanzi è strana e all’inizio io penso ad un film. Vedo una giornalista a cui qualcuno fa la traduzione simultanea ma non riesco a capire, ancora. Un filmato alle sue spalle mostra una delle due Twin Towers che appare come decapitata, in fiamme. E’ un attimo, si sente un boato, la giornalista ha un sussulto e si volta: un aereo sfreccia e trapassa l’altra torre, che sembra fatta di burro. Comincio a realizzare che non si tratta di un film. Smetto di mangiare senza accorgermene e rimango col boccone ancora fra lingua e palato.

continue reading

1 Comment »

Vietato Amare

Stiamo vivendo un periodo storico molto strano, soprattutto in Italia, non saprei dire in altre parti del mondo ma probabilmente certe ondate, nelle specifiche caratteristiche, sono presenti un po’ dovunque.

La prima volta che mi resi conto che qualcosa non quadrava fu nell’autunno del 2000. Mi invitarono ad un congresso a Barcellona, città che vidi purtroppo troppo rapidamente in quella circostanza e che ancora non sono riuscita a visitare con calma. Bellissima città sotto tutti i punti di vista, ma ciò che mi colpì in particolare fu la presenza di tante coppie di giovani che si abbracciavano, si baciavano liberamente per strada e che nelle ampie piazze erbose restavano sdraiati a coccolarsi e un po’ a pomiciare serenamente, senza che tutto questo generasse alcuno scandalo.

In quella circostanza mi resi conto di quello che mancava da noi ormai da un po’ di tempo e che, nel corso di questi 11 anni, non ho più ritrovato. Ossia le manifestazioni pubbliche ed esplicite dell’amore fra i ragazzi.

continue reading

9 Comments »

Senza Titolo

Questi sono giorni strani. Scrivo così, senza titolo e, se mi è possibile, senza fare nomi in modo che i motori di ricerca non “leggano” l’argomento e il post possa restare semplicemente una sorpresa. La notte tra mercoledì e giovedì sono stata sufficientemente male da dover essere accompagnata al pronto soccorso. Problema risolto da una brava cardiologa, problema che mi ha lasciato molto stanca e con tanti pensieri in testa. Curiosa coincidenza, proprio allora si consumavano le ultime ore di vita di V., e in qualche modo con la sua morte la rete di cui ognuno fa parte ha subito un violento scossone. Scossone che ho sentito anch’io, una fra i tanti.

continue reading

1 Comment »

La metafora dei poltergeist – video

La metafora dei poltergeist su Vimeo

E’ da tempo che ci penso, ma in seguito a due chiacchierate con due amici ho cominciato a dar forma ad un concetto che va un po’ contro corrente rispetto a quanto si sente dire. Chi pratica un “cammino di consapevolezza”, che sia attraverso la meditazione, che sia attraverso altro, di solito arriva alla conclusione che certe forze debbano essere cercate dentro di noi (l’energia, la felicità, l’amore ecc.).

continue reading

Commenti disabilitati su La metafora dei poltergeist – video

Connessioni (video)

Connessioni, su Vimeo

Ho registrato un altro video. Parlando a braccio mi escono tanti “ehmmmm”, ma spero comunque di essere riuscita a esprimermi decentemente. La mia visione della vita non è certamente originale: ogni cosa nell’universo è connessa e noi siamo parte di un tutto. In questo ognuno di noi ha una grande responsabilità che, a mio parere, comporta fra le altre cose la disponibilità a conoscere se stessi, il proprio mondo, il proprio IO, il mondo emotivo, affettivo, intellettivo, recuperarlo e liberare da filtri e blocchi i canali comunicativi che ci connettono con gli altri e con tutto l’universo. Parlo nello specifico dell’invidia.

continue reading

8 Comments »

Controllo verso Libertà – istruzione e cultura

I nostri giovani stanno cominciando a lottare. Cominciano gli universitari, occupano gli atenei, organizzano sit-in allo scopo di bloccare il traffico automobilistico e ferroviario. Protestano, per lo più pacificamente ma in modo molto deciso ed energico.

continue reading

Commenti disabilitati su Controllo verso Libertà – istruzione e cultura

La Verità come instancabile ricerca

Prendo spunto da uno scambio di mail che mi ha messo tristezza. Una persona mi ha contattato, un uomo presumo più grande di me, che ha messo davanti a me credenziali di profonda cultura in alcuni campi fra cui di teologia.

Ovviamente non intendo citare brani delle sue mail, senza il suo consenso sarebbe molto disonesto da parte mia. Questo comporta che dovrò riassumere i concetti che mi ha esposto secondo come li ho capiti e non così come sono. E’ un limite, ma comunque intendo usare questo scambio in modo esemplificativo.

continue reading

Commenti disabilitati su La Verità come instancabile ricerca

11 Settembre 2001 – una occasione mancata

Nel suo libro “Lettere contro la guerraTiziano Terzani raccolse articoli e considerazioni scaturite dall’attentato alle torri gemelle e, nel primo di questi, apparso mi sembra sul Corriere, definì questo tragico evento come “un’occasione”.  Lessi il libro alcuni mesi dopo la sua uscita e ne rimasi folgorata al punto che, prima e unica volta nella mia vita, scrissi all’autore. Gli scrissi una email che, nonostante le vicissitudini dei miei pc e la fine miseranda della casella postale di allora, conservo tutt’ora. L’ho custodita gelosamente e non so neppure perché ora mi decido a pubblicarla, ma eccola:

continue reading

Commenti disabilitati su 11 Settembre 2001 – una occasione mancata

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 445 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter