Mi chiamo Donatella e sono nata il 12 agosto del 1962.

Dopo alcune esperienze sui blog, mi son decisa ad aprire un sito mio, con l’intenzione di riversare a poco a poco i contenuti (o parte di essi) disseminati in altre sedi.

Non ho molto da dire di me: di “mestiere” faccio la psichiatra presso una A.S.L. italiana, in un centro di salute mentale. Amo il mio lavoro, molto meno com’è organizzato.

Di carattere sono abbastanza complicata, sebbene con gli anni abbia imparato a sfrondare tante cose e a sistemare in modo più sensato la scala delle priorità.

Amo ridere, trovo divertenti tante cose nella vita, nonostante questo ho una sfumatura malinconica che ogni tanto prevale. Amo il silenzio, la pace, la semplicità nei rapporti.

Odio le volgarità, la sguaiatezza, i rumori o i suoni troppo forti. Detesto le persone che raccontano un sacco di balle a se stesse perché le ritengo le più pericolose. Odio chi usa come scusa “non l’ho fatto apposta” o “non lo sapevo”, perché al danno commesso aggiungono anche quello della mancata responsabilità della propria crescita interiore. Non dò scusanti, in questo senso, né a me stessa né agli altri.

Socialmente sono un lupo solitario: non amo stare fra la gente e le esperienze di grandi gruppi di amici me le sono levata più che abbondantemente in gioventù. Il mio lavoro ha peggiorato questa caratteristica: costretta ad ascoltare gli altri per molte ore al giorno, una volta che chiudo con l’orario di servizio ho veramente pochissima voglia di prestar orecchio a chicchessia.

Nonostante le apparenze di gentilezza e la mia naturale propensione al sorriso e alla risata, sono piuttosto dura. Ho i miei anni e la vita mi ha provata. Non ho perciò nessuno scrupolo a tagliare relazioni che ritengo per me negative. E il più delle volte lo faccio  senza spiegazioni, allontanandomi semplicemente.

Non ho paura della solitudine, sebbene preferisca avere accanto almeno una persona a cui voler bene e che mi voglia bene.

Non sono mai completamente cresciuta, e francamente ne sono felice. Quel pizzico di infantile che ho me lo tengo molto stretto.

Se mi viene in mente qualcos’altro da dire, aggiungerò qualcosa…

EDIT del 09.06.2016:

Da ottobre del 2013 lavoro presso un SerD italiano

15 Comments »