FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

La nebbia negli occhi

Chi mi conosce bene, ma veramente bene, fin da quand’ero giovanissima, sa che sono sempre stata un po’ strana. Con la testa fra le nuvole e un po’ distratta, frequentemente credo di aver dato l’impressione di essere un po’ snob e di guardare le persone dall’alto in basso.  Sono critiche che in passato ho ricevuto in modo esplicito, in un’età in cui l’ipocrisia non ha ancora messo radici nei cuori delle persone, ma non stento a credere che queste osservazioni salgano frequentemente tutt’ora a mente di chi mi vede.

continue reading

21 Comments »

Cure forzate, etica e la scomoda posizione di noi medici

Questo post nasce da QUESTA segnalazione su OKNOtizie di Nido, nel link rimando direttamente alla segnalazione così potete anche votarla, se volete.

Premetto che sono in completo disaccordo con la scelta dei colleghi di mettere in atto un T.S.O. nei riguardi di un paziente se l’unica motivazione è quella di forzarlo a praticare una cura che rifiutava mentre era nel pieno possesso delle facoltà mentali.

continue reading

4 Comments »

Paolo Ravasin ha solo due anni in più di me…

Sono rimasta impressionata non solo dal video, ma dal fatto che quest’uomo è quasi mio coetaneo. Al suo posto adesso potrei esserci io, potrei essere io fra due anni a dover mettere in rete un video di questo tipo.

continue reading

14 Comments »

Anna

E’ morta circa due settimane fa.

Da anni sapeva che stava per morire, le cure chemioterapiche l’hanno tenuta in vita oltre ogni previsione. Quando ci riusciva, continuava a venire al lavoro. Ogni volta la guardavo sorpresa, le carezzavo una spalla e le sorridevo. Lei ricambiava il sorriso irrigidendosi un po’ per quel gesto d’affetto a cui non era abituata e che, in fondo, non gradiva.

continue reading

4 Comments »

Imprimiamoci questo volto nel nostro cuore, che esso diventi preghiera e mantra

Guardate bene questo volto

 

Guardiamo bene questo volto, usiamolo nelle nostre meditazioni quotidiane e lasciamo che diventi preghiera e mantra. Lasciamo che quelle mani scarne e ossute ci accarezzino il cuore e lo trasformino da duro oggetto in pietra a carne pulsante.

Lasciamo che il grido silente e inascoltato ci penetri nella carne e nelle ossa e metta in risonanza ogni fibra del nostro essere. Lasciamo che le mille vite e le mille esistenze ci scuotano i pensieri, i sentimenti e le coscienze, perché mai a nessuno fu dato di vivere l’altrui dolore.

Perché mai fu dato all’uomo di conoscere il proprio destino e ciò che è successo può ancora succedere e nessuno mai potrà dire “a me questo non succederà mai”

E chiediamo perdono, tutti, a Chantal e a tutte le persone come lei.

 


SuGiu2

11 Comments »

Movimento dei focolari – Terza Parte: la spiritualità e la tensione alla santità

Proseguo nel racconto della mia esperienza all’interno del movimento dei focolari. Faccio qualche velocissimo accenno ad alcuni aspetti della spiritualità ed esprimo alcune riflessioni che sono scaturite dal mio vissuto di allora. La spiritualità del movimento è molto articolata e complessa. Qui il mio cenno è inevitabilmente parziale e per semplici titoli; ma mi ci son voluti anni per studiarla.

Durante il periodo in cui ero GEN il movimento ha aperto una scuola di teologia, chiamata “università popolare mariana” (il movimento è, come accennava Giuliano nei commenti, un movimento mariano). Sono stata una delle prime persone in assoluto a sostenerne gli esami e le basi teologiche che mi diede, paradossalmente, sono quelle che mi hanno consentito poi successivamente di confutare il credo cattolico.

continue reading

22 Comments »

Un mazzo di fiori freschi

Ogni giorno, tornando a casa dal lavoro, imbocco il cavalcavia in discesa. Alla fine della serpentina, per immettersi in viale M., c’è un semaforo. Guardo alla mia sinistra con tristezza: appoggiato sul guard-rail che separa la strada dallo spazio al di sotto del ponte c’è un mazzo di fiori freschi infilati in un piccolo vaso di coccio.

continue reading

7 Comments »

Chiara Lubich si chiamava Silvia

Sono stata nel movimento dei focolari. Ho conosciuto Chiara Lubich, che stanotte è morta a casa sua, una villetta a Rocca di Papa. Ho fatto parte di quel movimento dall’età di 15 all’età di 23-24 anni.

Mi ricordo della venerazione che avevamo (e che suppongo ancora molti hanno) nei suoi riguardi. Ricordo i congressi di gennaio, quando facevo parte del movimento GEN. Congressi che si svolgevano al centro congressi di Rocca di Papa o di Sassone, rigorosamente separati i maschi dalle femmine. Mi ricordo quando Chiara veniva a leggerci una delle sue conversazioni spirituali. Allora per un breve lasso di tempo maschi e femmine venivano mischiati e ci accalcavamo cercando di restare il più possibile vicino al palco, per poterne incrociare lo sguardo o sperare che ci dedicasse un sorriso fugace. Ricordo le corse, quando usciva dal centro ove facevamo i congressi, una corsa per salutarla.

continue reading

122 Comments »

Rianimate i laici

Kipapa2SuGiu2

Rianimate Rilancio molto volentieri l’iniziativa lanciata da Lameduck nel post linkato dal banner che vedete accanto. Vorrei ricordare alcuni punti essenziali, anche grazie all’aiuto che mi fornisce Lameduck nel suo articolo. Viviamo in un periodo in cui un orientamento di pensiero, unico e monolitico, sta tentando con forza di imporre la propria visione del mondo, la propria “filosofia di vita”, il proprio credo, l’etica, la morale e su ciò vuole che vengano imposte leggi ad uno stato, il nostro. Sono molte le tematiche oggetto di discussione che rischiano di venire affrontate con lo stesso stile che si affronterebbero in Iran (paese che critichiamo tanto ma al quale, alla resa dei conti, rischiamo di somigliare ogni giorno di più). Farò un rapido accenno ad esse sulla falsariga dell’articolo di Lameduck.

continue reading

4 Comments »

Il significato della parola “vita”

Kipapa2SuGiu2

Da tempo rifletto su quanto sta succedendo rispetto alle polemiche che ruotano attorno alla parola “vita”. Ci sarebbe da fare un discorso complesso sull’uso stesso che facciamo delle parole, spesso svuotate dei propri significati, violentate e a volte decisamente uccise in slogan, ma mi voglio limitare semplicemente a quanto succede a questa breve combinazione di 4 lettere.

continue reading

9 Comments »

Il sorriso di un lieto addio

A volte mi fermo a guardare mia figlia. Quest’anno, il 1° giugno, compirà 14 anni. L’ho avuta in un periodo piuttosto rocambolesco della mia vita. E’ una bella ragazzina, dolce e affettuosa, e fortunatamente è sana.

continue reading

16 Comments »

Faber

AMORE CHE VIENI, AMORE CHE VAI

Quei giorni perduti a rincorrere il vento
a chiederci un bacio e volerne altri cento

continue reading

13 Comments »

AIDS e responsabilità

Coccarda per la campagna contro l'AIDS Con un certo ritardo noto che oggi è la giornata mondiale per la lotta contro l’AIDS. La prima volta che sentii parlare di questa strana malattia ero ai primi anni dell’università, non ricordo se fosse il 1982 o giù di lì. Ricordo solo che cominciava a diffondersi in tutto il mondo la notizia che esisteva una malattia che colpiva gli omosessuali maschi e che determinava una perdita delle risorse immunitarie dell’individuo. Seguii da studentessa di medicina l’evoluzione degli studi e le varie descrizioni che ebbe questa malattia, attraverso anche i “battesimi” che ricevette e attraverso la scoperta che si trattava di una malattia che si trasmetteva “attraverso il sangue”

 

 

 

 

continue reading

7 Comments »

Muore un tifoso – La violenza delle parole

Di solito non mi intrometto in questo tipo di notizie. Pochi commenti sono già troppi e in questo caso non sono certo stati pochi. Ma leggo le news, leggo i post di amici bloggers, e anche di coloro che amici non sono.

continue reading

7 Comments »

Le regole e le norme: usi, non usi e abusi

Prendo spunto da una notizia di cronaca segnalata da un utente di OKNO per fare alcune riflessioni relative al rispetto e al non rispetto delle regole.

Per ragioni molteplici, spesso del tutto oscure, in Italia abbiamo la tendenza a vivere le normative e le regole in modo assai bizzarro.

Il caso specifico: un guidatore teneva fra le braccia un bambino, figlio di un’amica seduta accanto a lui. Il bambino afferra il volante e l’auto sbanda. Si attiva l’airbag e il piccolo muore a causa del violento impatto con quello che, per un adulto, sarebbe stato un salvavita.

 

continue reading

Commenti disabilitati su Le regole e le norme: usi, non usi e abusi

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 447 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter