FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

Non siamo rettili

Ti hanno detto che devi sorridere sempre. Sempre, ma non troppo. Non devi ridere a squarciagola, gridare la tua gioia al cielo, abbracciare con trasporto chi ami, baciare qualcuno solo perché ti guarda e sorride.

continue reading

11 Comments »

Scambiare le emozioni per amore. Un articolo di Tina Galante

Oggi è S. Valentino. Un S. Valentino triste e vuoto, dove il senso di questo vuoto l’ho trovato in un articolo di Tina Galante – alias Tisbe, che mi ha aperto il senso di alcuni vissuti presenti ormai da troppi mesi nella mia vita.

Invito a leggere SCUSA MA TI CHIAMO OGGETTO. Vorrei averlo scritto io.

Quello che viene descritto a volte lo facciamo, a volte lo subiamo. Ma il più delle volte non siamo in grado di cogliere quello che succede né nel primo né nel secondo caso. Buona lettura… e grazie, Tina.

_______________________________________________

AVVISI PER CHI COMMENTA

7 Comments »

Il movimento dei focolari e la trappola della sua utopia (Lyra)

Una ex appartenente al movimento dei focolari, Lyra, mi ha mandato un messaggio in cui espone delle brevi ma profonde considerazioni relative ad un aspetto del movimento stesso: il tentativo di realizzare un’utopia. Spero che questo scritto possa fornire spunti di riflessione a voi come ne ha forniti a me.

N.B.: Lyra non è italiana, ciò che ha scritto qui è straordinariamente espressivo e le faccio i miei complimenti per la sua conoscenza della mia lingua.

continue reading

80 Comments »

Le mille trappole della parola AMORE

Ho cominciato quest’articolo con l’idea di parlare di una cosa in un certo modo per un certo scopo. Ho proseguito così, lasciando che le mie dita sfiorassero i tasti, trasformando a poco a poco l’articolo in qualcosa di slegato e strano. Non voglio rielaborarlo. Se dovesse succedere che il discorso originario mi nasca in modo limpido in un secondo momento, lo metterò in un post a parte.

continue reading

12 Comments »

Fuori dai “movimenti” – una risposta all’utente DIOAMORE

Inserisco in un post separato una risposta che ho dato all’utente DIOAMORE, risposta ad un suo intervento fatto al post precedente, quello in cui ho inserito un video di un’ex dell’Opus Dei.

continue reading

18 Comments »

Nell’anno della Tigre

Io sono nata nell’anno della tigre. Anche il 1962 lo era e io mi sono trovata ad avere per segni zoodiacali ben due felini come totem: il Leone e la Tigre.

continue reading

16 Comments »

Mabel Erdozain: PERCHE’ ORA NON SONO IN FOCOLARE?

Ospito nel blog la traduzione italiana della lettera di una focolarina argentina che ha deciso di uscire dal focolare e ha voluto spiegarne le ragioni con una lettera che probabilmente NON verrà letta da tutti i destinatari. Per chi non conosce il movimento e non no conosce il gergo, potete lasciare un commento e cercherò di spiegarne i concetti. Intanto: la parola “popo, popa” è una parola del dialetto trentino e vuol dire “bambino, bambina” ed è il modo con cui nel movimento vengono chiamati i focolarini.

PERCHE’ ORA NON SONO IN FOCOLARE?

Lettera inviata il 5 dicembre 2009 durante l’incontro annuale nella Mariapoli Lia

Mabel Erdozain

continue reading

93 Comments »

“Restiamo Umani” – Vittorio Arrigoni nei cuori dei blogger

Vik a Cagliari

GUERRILLA RADIO, il blog di Vik

Ho conosciuto Vik come blogger alcuni anni fa. L’ho conosciuto solo virtualmente, così come ho conosciuto virtualmente tanti blogger. Ora non ricordo come mi sono trovata a frugare fra i suoi scritti, probabilmente è successo in occasione della morte di Tiziano Terzani, giornalista e scrittore che amavo e amo molto. Vik scrisse per lui un breve saluto all’epoca.

continue reading

11 Comments »

Le parole del tempo

E venne un giorno quand’ero bambina, il corpo iridescente e il viso fresco, a recitarmi per la prima volta una preghiera, ad accarezzare le mie lacrime salate di sabbia e vento, a coprire il mio freddo e la mia tristezza, per dirmi con dolcezza

continue reading

5 Comments »

Il bozzolo

Arriva un momento in cui il bruco smette di strisciare. Si ferma, trova un ramo, una foglia e produce un filo di seta. Un lunghissimo filo di seta senza interruzioni che avvolge intorno a sé, e crea un bozzolo impermeabile, separandosi dal resto del mondo e concentrandosi solo su se stesso.

continue reading

1 Comment »

Fresca brezza settembrina

L’aria è deliziosamente rinfrescata in questo sabato di settembre. Mi riempio i polmoni di questa brezza delicata e lievemente frizzante che non mi obbliga a infilarmi una giacca ma impedisce alla mia pelle di sudare troppo.

Chiacchiero amabilmente con un caro amico dirigendomi verso le bancarelle del mercato.

continue reading

1 Comment »

Leggendo “Queste oscure materie”

Sto affrontando un periodo per me profondamente difficile, per ragioni personali, e come spesso mi capita (e non mi capitava da molti anni) le letture mi stanno aiutando ad affrontarlo. Per tantissimo tempo avevo letto “La storia infinita” di Ende, l’ho letto moltissime volte e l’ho amato al punto che su internet porto il nome di uno dei suoi personaggi.

Ho regalato il mio libro “storico” circa un anno fa, l’ho regalato perché per me era un dono speciale, dal significato speciale. Ma ora, all’improvviso, mi rendo conto che non ce l’ho più con me perché quel libro ha smesso per me di svolgere le sue funzioni. Ho comunque di esso un’altra copia, nuova, con la copertina morbida e senza l’aspetto che ricalcava quello del libro descritto al suo interno. Ma ovviamente non è la stessa cosa.

continue reading

6 Comments »

Colore celeste

La stradina è molto stretta e le auto parcheggiate ad un lato rendono ancora più difficile il passaggio. Mi fermo un attimo per prendere le misure e iniziare con cautela una manovra. Esce da un portone una ragazza giovanissima. Una lieve, discreta abbronzatura rende la sua pelle levigata e luminosa. I capelli, neri e lunghi fino alle spalle, sono trattenuti alla nuca e le ricadono dolcemente ai lati del collo. Indossa un abito celeste che le trattiene un seno fermo di chi si è appena affacciata alla vita. L’abito ricade morbido sul suo corpo e termina con una gonna vaporosa che le sfiora appena le ginocchia. Il suo sguardo è basso e timido, sembra quasi che fosse la prima volta che indossava un abbigliamento decisamente femminile.

continue reading

2 Comments »

La nebbia negli occhi

Chi mi conosce bene, ma veramente bene, fin da quand’ero giovanissima, sa che sono sempre stata un po’ strana. Con la testa fra le nuvole e un po’ distratta, frequentemente credo di aver dato l’impressione di essere un po’ snob e di guardare le persone dall’alto in basso.  Sono critiche che in passato ho ricevuto in modo esplicito, in un’età in cui l’ipocrisia non ha ancora messo radici nei cuori delle persone, ma non stento a credere che queste osservazioni salgano frequentemente tutt’ora a mente di chi mi vede.

continue reading

21 Comments »

Nello scorrere immobile dell’illusione del tempo

L’oracolo lo guardò con occhi lontani e liquidi.  Il suo sguardo trapanava il cranio e si depositava oltre la nuca, al di là del monte e dietro i confini dell’orizzonte.

Parlava con voce piatta e monotona ed ogni parola era pesante come il granito dello strano trono su cui era seduto.

Io morirò e le tue parole non avranno più senso alcuno. Dei mille pensieri non uno resterà legato alla tua mente. Io morirò e l’estate lascerà il posto all’autunno gonfio di mosto e foglie ingiallite. Morirò nelle tue rughe ogni anno più profonde, nelle tue ossa più rigide e nei tuoi muscoli sempre più deboli. Io morirò e non vedrai più quegli occhi che hai amato tanto, e la tua vita si riempirà di “se avessi detto”, “se avessi fatto”.

continue reading

2 Comments »

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 452 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter