FEEDATI di me


Dalla parte degli ex:
Movimento dei Focolari, una visione critica

Visualizza gli articoli più recenti

Leggi gli articoli in ordine cronologico


RSS Gordon Urqhuart

RSS Come Ci Vede la Stampa Estera

Cinque Post Presi a Caso

Gli ultimi cinque commenti pubblicati

Views

Nuvola di parole

Movimento dei focolari – Terza Parte: la spiritualità e la tensione alla santità

Proseguo nel racconto della mia esperienza all’interno del movimento dei focolari. Faccio qualche velocissimo accenno ad alcuni aspetti della spiritualità ed esprimo alcune riflessioni che sono scaturite dal mio vissuto di allora. La spiritualità del movimento è molto articolata e complessa. Qui il mio cenno è inevitabilmente parziale e per semplici titoli; ma mi ci son voluti anni per studiarla.

Durante il periodo in cui ero GEN il movimento ha aperto una scuola di teologia, chiamata “università popolare mariana” (il movimento è, come accennava Giuliano nei commenti, un movimento mariano). Sono stata una delle prime persone in assoluto a sostenerne gli esami e le basi teologiche che mi diede, paradossalmente, sono quelle che mi hanno consentito poi successivamente di confutare il credo cattolico.

continue reading

22 Comments »

Movimento dei focolari – Seconda Parte: alcuni accenni dell’organizzazione della struttura

In questa seconda parte riprendo l’articolo pubblicato su Clerofobia ma lo modifico leggermente. Mi sono accorta infatti che alcune parti potevano non essere chiare per chi del movimento dei focolari non sa assolutamente nulla. Se ci sono curiosità, fra l’altro, potete esprimerle nei commenti, tenendo presente che dal periodo in cui sono andata via non ho avuto più nulla a che fare con loro e non conosco le trasformazioni che, eventualmente, si sono create sul piano strutturale e organizzativo.

continue reading

8 Comments »

Movimento dei focolari: le mie esperienze al suo interno. Prima parte

Inserisco qui, a poco a poco, una serie di articoli che postai circa due anni fa in un blog, Clerofobia (che ora, così come lo conoscevo, non esiste più – edit del 01.03.11) sperando di riuscire a proseguire nel lungo (lunghissimo) racconto che avevo interrotto per “esaurimento pazienza”. Avevo scritto quindi questi articoli ben prima che Chiara Lubich morisse e intendo mantenere i toni così come li espressi allora.

continue reading

43 Comments »

Il deterioramento e la perdita del senso dell’umorismo: la predisposizione di un popolo alla dittatura

 

nomerosa3jpg “Il nome della rosa” di Umberto Eco al di là dell’aspetto poliziesco che è emerso nella sua resa cinematografica è un libro che contiene molteplici messaggi. Quello che mi è rimasto particolarmente impresso fin dalla prima volta che lo lessi è il ruolo chiave che aveva l’atteggiamento verso l’ironia e la risata nello svolgimento della storia.

In uno degli ultimi capitoli, Settimo Giorno, Notte, (Il Nome Della Rosa – Umberto Eco – i Grandi Tascabili Bompiani 1984 – pagg. 467-482) c’è un lungo colloquio tra Jorge e Guglielmo all’interno della parte più inaccessibile della biblioteca, colloquio che riguarda il libro di Aristotele sulla Commedia, libro che effettivamente non fu mai trovato e che sembra parlasse della funzione educativa della satira e del riso. Tutto il libro ruota attorno agli sforzi di Jorge di celare l’esistenza del libro in quanto avrebbe potuto stravolgere elevando a filosofia e teologia il senso dell’umorismo che Jorge considerava di natura demoniaca ed eretica.

continue reading

19 Comments »

Blogsfera: pensieri sparsi sulla mia esperienza di essere in rete

La famosa puntata di Porta a Porta di cui ho parlato in QUESTO MIO POST continua a suscitare reazioni nel nostro ambiente. Nel mio post, fra l’altro, ha commentato una persona che ha difeso a spada tratta la dottoressa Graziottin senza però centrare il senso del post stesso.

Infatti il mio scritto non aveva lei come bersaglio se non in modo molto marginale ma la trasmissione, eventualmente Bruno Vespa e soprattutto l’abitudine ormai consolidata nel mondo mediatico italiano di dar spazio ai luoghi comuni spacciandoli come approfondimenti utilizzando anche figure professionali che, probabilmente, in altri ambiti sono persone serissime.

continue reading

10 Comments »

Psicoterapia come rapporto non paritario – Affrontare una psicoterapia 4° parte

Comincio col precisare che tendo a preferire il termine UTENTE piuttosto che “paziente” o “cliente”.

Ho già accennato ad alcuni punti che vorrei rimarcare (se non mi riesce di approfondire). Vediamo di affrontare questo:

Il rapporto tra psicoterapeuta e utente è un rapporto sbilanciato.

 

continue reading

10 Comments »

Affrontare una psicoterapia – 3° Il mondo dei privati

Affrontiamo ora il mondo dei professionisti privati. Si tratta in effetti di realtà molto eterogenee in cui vi potrebbe capitare di imbattervi in tutto e il contrario di tutto. Ricordate il film MA CHE COLPA ABBIAMO NOI? (Guardate il trailer fino in fondo: fra le scene ci sono degli stacchi bui di qualche secondo). Nel film il gruppo di terapia analitica, in seguito alla morte dell’analista, si trova a dover cercare un terapeuta che la sostituisca. Il film è da guardare, al di là del fatto che si tratta di un’opera molto divertente, anche perché sottolinea alcuni aspetti delle psicoterapie che poi svilupperò a poco a poco.

Nel film il gruppo si trova ad un certo punto a fare un vero e proprio pellegrinaggio, trovandosi davanti a personaggi bizzarri (uno di questi lo vedrete nei trailer). Ecco, questo è uno dei rischi che si può correre cercando un terapeuta privato, soprattutto per chi abita in una grande città.

continue reading

10 Comments »

Affrontare una psicoterapia – 1° aspetti pratici e aspettative

Recarsi da uno psicoterapeuta non è mai una scelta che si intraprende a cuor leggero. Di solito ci si arriva dopo aver patito per un tempo variabile, solitamente lungo, di un disagio che implica comunque difficoltà in alcuni ambiti della nostra vita. Vorrei scrivere qualche spunto per chi si accinge a fare quest’esperienza e per chi ha già in atto un percorso di psicoterapia, cercando di parlare senza ipocrisie.

Non parlerò delle varie scuole di psicoterapia: ce ne sono troppe per poter formulare un discorso organico. Basti dire che più o meno tutte funzionano in mano a terapeuti coscienziosi, sebbene le varie forme di psicoterapia possano dare risultati migliori con alcune patologie o con alcuni utenti piuttosto che in altre circostanze.

continue reading

4 Comments »

La cruda armonia degli opposti

Mandalatao Quando ho tempo mi piace parlare via MSN con amici conosciuti in rete, la cui amicizia spesso resta nel cuore e nello spazio compreso tra i due monitor. Poco fa parlavo con uno di questi amici.

Il mio amico è una persona valida, preparata. Dall’ironia spontanea, maschera con questa un profondo pessimismo rispetto a se stesso e alla propria vita. Le mie considerazioni partono dalla conversazione avuta qualche ora fa con lui, della quale riporto un brevissimo stralcio:

continue reading

7 Comments »

Trattamento Sanitario Obbligatorio: di cosa si tratta e di cosa NON si tratta

Scrivo quest’articolo durante la turnazione per le reperibilità del distretto dove lavoro, reperibilità che sono attivate nel nostro caso per la valutazione e l’eventuale messa in atto di un trattamento sanitario obbligatorio qualora ci venga richiesta la certificazione di convalida di una proposta fatta da un collega.

Nel mio lavoro ci sono molti provvedimenti oggetto di aspra critica e sicuramente il ricorso al T.S.O. è uno di questi. Intanto voglio fornire qui di seguito i puntelli legislativi che potete trovare a QUESTO INDIRIZZO ove è riportato il testo integrale di quella parte della legge 180 che lo tratta, e invece in QUEST’ALTRO INDIRIZZO potete trovare una breve spiegazione della legge stessa.

continue reading

5 Comments »

Rianimate i laici

Kipapa2SuGiu2

Rianimate Rilancio molto volentieri l’iniziativa lanciata da Lameduck nel post linkato dal banner che vedete accanto. Vorrei ricordare alcuni punti essenziali, anche grazie all’aiuto che mi fornisce Lameduck nel suo articolo. Viviamo in un periodo in cui un orientamento di pensiero, unico e monolitico, sta tentando con forza di imporre la propria visione del mondo, la propria “filosofia di vita”, il proprio credo, l’etica, la morale e su ciò vuole che vengano imposte leggi ad uno stato, il nostro. Sono molte le tematiche oggetto di discussione che rischiano di venire affrontate con lo stesso stile che si affronterebbero in Iran (paese che critichiamo tanto ma al quale, alla resa dei conti, rischiamo di somigliare ogni giorno di più). Farò un rapido accenno ad esse sulla falsariga dell’articolo di Lameduck.

continue reading

4 Comments »

Visita ostetrica

Kipapa2SuGiu2

Credo che fosse il 25 o il 26 Maggio del 1994. Più o meno in quel periodo avrei dovuto partorire la mia streghetta, che invece, da brava ritardataria quale si sarebbe poi dimostrata, decise di nascere la notte tra il 31 Maggio e il 1° Giugno, finendo per avere quest’ultima come data del compleanno.

continue reading

7 Comments »

Il significato della parola “vita”

Kipapa2SuGiu2

Da tempo rifletto su quanto sta succedendo rispetto alle polemiche che ruotano attorno alla parola “vita”. Ci sarebbe da fare un discorso complesso sull’uso stesso che facciamo delle parole, spesso svuotate dei propri significati, violentate e a volte decisamente uccise in slogan, ma mi voglio limitare semplicemente a quanto succede a questa breve combinazione di 4 lettere.

continue reading

9 Comments »

Aborto, sesso e il potere di chi impone la continenza

E’ da tempo ormai che la discussione sulla legge 194 sta avendo una ripresa e un’accelerata insospettabile fino a qualche anno fa. Questo mi ha indotta a riprendere delle riflessioni che anni fa sembravano inutili, buttate alle spalle del tempo e accantonate tra i fatti acquisiti. Mi aiutano in queste riflessioni due post, quasi antitetici direi, che ho avuto modo di leggere ieri. Il primo che ho letto è di Lameduck, qui nel suo blog; il secondo di Anima Sola, pubblicato su MenteCritica.

continue reading

1 Comment »

L’incompatibilità di troppe regole – ABORTO e EDUCAZIONE alla SESSUALITA’-

Il dibattito sull’aborto torna periodicamente a farsi scottante. Accantonato apparentemente dopo il referendum dell’1981, ripreso sporadicamente in varie riprese, rincomincia a far parlare di sé attraverso la discussa legge sulla fecondazione assistita, con tutti i suoi limiti e le critiche che suscita in entrambe le posizioni “estreme” del dibattito.

In questo post affronterò il tema iniziando da un piano personale per estenderlo ad uno più generale in quanto certe posizioni che io, come tutti, assumo nei confronti della società e delle scelte di etica inevitabilmente nascono da ciò che sono, che ho vissuto e che vivo.

continue reading

6 Comments »

Benvenuti nell'armonia tra sacro e profano

Free Burma

Sacro Profano

Nell'armonia degli opposti il sacro è profano e tutto ciò che consideriamo profano profuma dell'incenso del sacro. Non esiste nulla di cui non si possa parlare…

Ci sono 453 articoli e 2,874 commenti.

RSS Pensieri Liquidi

Cerca in questo blog

Da Leggere Prima dell’Uso

Categorie

Creative Commons License

Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.



Sito Non raggiungibile


Protected by Copyscape Originality Checker

Lottiamo insieme contro il neuroblastoma



Comprate il libro



Social Networks




Donatella's bookshelf: read

Il Respiro Del Grande Spirito - Canti Degli Indiani d'AmericaDove soffia il vento - Il volto più antico e profondo della cultura "pellerossa" - con una suggestiva documentazione fotograficaUna storia degli Indiani del Nord America - gli uomini dalla pelle rossa - un popolo di guerrieri e mistici innamorati della loro terraDal Popolo degli Uomini - Canti, miti, narrazioni, preghiere degli Indiani del NordamericaMolte vite, un solo amoreMolte Vite, Molti Maestri

More of Donatella's books »
Donatella's  book recommendations, reviews, quotes, book clubs, book trivia, book lists


ViviStats



Flag Counter